Profili personali vs. Pagine aziendali su FB – parte 1


“Mi chiamo Ristorante, sono nato nel 1972, maschio, diplomato e ho una relazione complicata, vuoi diventare mio amico?”

Ecco questo è quanto quotidianamente trovo tra le notifiche del mio profilo personale su Facebook. Fino allo scorso anno capitava ogni tanto, poi è iniziato sempre di più a farsi strada questo fenomeno fino ad una vera esplosione all’inizio dell’estate. Confesso che fino a quel momento accettavo le richieste, più per cortesia che per “sincera amicizia”, adesso per me è diventato un fenomeno da contrastare semplicemente ignorando la richiesta e segnalando subito a Facebook che l’utente non è una persona in carne e ossa.

profilo personale fakeMi sono trovato due anni fa a svolgere il ruolo di Social Media Manager quasi per caso, ho avuto un inaspettato successo occupandomi della promozione per una iniziativa di un mio cliente, quindi ho potuto apprezzare e valutare da subito quanto sia importante e facile gestire una “pagina Facebook” e non un “profilo personale” truccato da azienda per rapportarmi con i clienti, per fare una semplice comunicazione aziendale, per condividere semplici informazioni, promozioni od iniziative. Ho apprezzato progressivamente, insieme al cliente, come chi all’inizio cliccava su “Diventa fan” e successivamente, dal mese di febbraio 2011, su “MI piace”, partecipava e commentava quanto veniva inserito nel pagina.
Il fatto che tante persone tramite il loro profilo personale di Facebook avessero espresso con un click la volonta di diventare dei “fan” è stata per noi una immensa soddisfazione perchè dimostrava che l’apprezzamento era sincero, che queste persone erano e sono interessate oggi a trovarsi nello stream della loro bacheca i post di un’attività commerciale per sapere cosa fa e cosa propone.

L’ho definito un “atto volontario di richiesta pubblicitaria” mirato e selezionato tra decine di aziende che svolgono la stessa attività.

Perchè allora esistono attività commerciali che invece delle “pagine” usano i “profili personali”? Perchè il fenomeno è in costante ascesa? Perchè nonostante nella homepage di Facebook ci sia scritto di creare una pagina se sei un’azienda, questa opzione viene snobbata? Ma soprattutto perchè Facebook nonostante lo strumento di segnalazione non interviene mai?

Sempre nel febbraio 2011 è stata presenta una pagina ufficiale di Facebook dove era possibile convertire (migrare) un profilo personale in pagina, http://on.fb.me/rcT5xB , ho pensato che a quel punto sarebbe stato breve il passo da parte di chi aveva il profilo sbagliato nel convertirlo in pagina: un pensiero sprecato.

Ed ecco l’idea del sondaggio. Con lo strumento “Domande” di Facebook realizzare un sondaggio tra gli utenti alla ricerca del perchè, e in piena estate ho lanciato questa domanda: Come mai in Italia la maggioranza delle aziende e attività commerciali ha su Facebook un “profilo personale” invece di una “pagina aziendale” ? (http://on.fb.me/pdq0cQ)
Ho iniziato così a ricevere varie risposte (nb: anche da aziende con il profilo personale) e relativi consensi su di queste.

Al momento vince su 18 “perchè”, con un bel 33%, questa risposta “Perchè il “fai da te” è gratis al di là dei risultati commerciali” da interpretare liberamente anche così: “siamo in un periodo di crisi, proviamo anche Facebook, per ora è gratis, se funziona bene altrimenti ci abbiamo provato e comunque non abbiamo speso una lira”.

Secondo “perchè” classificato col 16% è “Perchè non hanno letto il regolamento di Facebook” giusto, quando mai dobbiamo leggere le istruzioni e il regolamento di qualcosa? Appena si apre la homepage di Facebook leggiamo “È gratis e lo sarà sempre.” subito dopo c’è il form di registrazione, tutti eccitati dal gratis si scrive subito nome e cognome, poco importa se il nome è “Ristorante” e il cognome è “da Antonio” poi sesso, data di nascita, ecc… ma mi chiedo il dubbio che si stia sbagliando qualcosa non viene? Pochi pixel sotto c’è scritto “Crea una Pagina per una celebrità, gruppo o azienda”…. forse, no.

Terzo “perchè” con il 14% dei voti è “Perchè non conoscono il senso e il funzionamento dei social media” bellissima risposta, la più profonda, non ha bisogno di commenti.

“Perchè non hanno capito ancora la differenza” è il quarto “perchè” con il 10%.

Al quinto posto abbiamo un altra bellissima risposta “Perchè come nella vita reale non sanno acquisire clienti e tanto meno coltivarli” vero, verissimo.

A seguire altre 13 risposte, alcune interessanti altre goliardiche, la mia preferita in assoluto è “Perchè sono dei duri”.

La mia conclusione è che comunque nella prima classificata si racchiude tutto il senso della questione: “è gratis quindi risparmio, ci provo, risparmio sul pagare un professionista di comunicazione, posso chiedere l’amicizia e sicuramente mi verrà accettata velocemente da tanti e non ho bisogno di aspettare i “fan”, i risultati non potrò stimarli ma intanto quando ho tempo scrivo qualcosa e i miei “amici” leggono il mio nome e si ricordano della mia attività!”

La risposta di un mio conoscente sul perchè avesse un profilo personale per un libro che aveva appena pubblicato è stata: “ho fatto 850 amici in una settimana, finchè vinco gioco!” non so quanti libri abbia venduto però, dalle informazioni che ho credo meno di quanti amici ha su Facebook e poi l’ultimo post scritto è di luglio…

Forse quando Google+ lancerà le sue “pagine” allora i signori di Facebook accoglieranno le mie segnalazioni intervenendo sui profili “tarocchi”?

La domanda comunque è attualmente disponibile su Facebook, è aperta e per me lo potrà rimanere in eterno.

Webmaster, social media manager, Drupal web developer, consulente informatico, appassionato di HTML5, CSS3, Instagram, Foursquare e realtà aumentata. Sono online h24.

Tagged with: , ,
Pubblicato su costume e società, social & web
7 comments on “Profili personali vs. Pagine aziendali su FB – parte 1
  1. Ho già espresso la mia opinione altrove la scrivo anche qui, casomai possa servire, molto spesso mi è capitato di trovare amici o conoscenti via forum che rappresentavano i loro siti o attività mediante un profilo personale, a volte l’ignoranza mista alla pigra non voglia di imparare, a volte semplicemente per uno SPAM volontario, si creano questi profili, devo dire però che in quasi tutti i casi, quando mi sono ritrovato amichevolmente a consigliare all’amico in questione agli svantaggi che ha creare un profilo piuttosto che una pagina, hanno subito creato una pagina, gli svantaggi sono notevoli.. il limite di amici (5000 per i profili) che obbliga in caso di un personaggio pubblico o un brand molto famoso di creare il profilo b . c ecc e se ne vedono molti, le molte Apps per pagine e per coinvolgere i fan, il fatto che molti fan, tipo io non accettano l’amicizia si un lurker sconosciuto che si finge qualcosa ma è comunque un qualcuno, specie una volta quando la privacy era già sfondata senza restrizioni col semplice atto di accettare un amicizia.. e non meno importante la possibilità di essere segnalati ed eliminati su Facebook.

    Mi piace

  2. mariaeli scrive:

    condivido:
    Ignoranza pigrizia ma anche difficoltà nella gestione dello strumento pagina sono elementi che inducono a pensare che un profilo sia fondamentalmente la stessa cosa.

    Mi piace

  3. Concordo: ma non mi fiderei dell’eventuale svolta con Google+: mi hanno appena “agganciato” Francesco Totti, Topolino e pure Paperino🙂

    Mi piace

  4. […] rimando comunque ad un bellissimo post, datato ma sempre attuale, scritto da Antonio Ficai per i risultati di un sondaggio fatto su […]

    Mi piace

  5. […] Antonio Ficai prometteva due puntate sul tema: Profili personali vs. Pagine aziendali su FB – parte 1 ma la seconda non si trova…  e parte 2 – trovata dopo segnalazione […]

    Mi piace

  6. […] Antonio Ficai prometteva due puntate sul tema: Profili personali vs. Pagine aziendali su FB – parte 1 ma la seconda non si trova…  e parte 2 – trovata dopo segnalazione dell’autoreA […]

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Follow Antonio Ficai // @c4antonio on WordPress.com
Instagram

There was an error retrieving images from Instagram. An attempt will be remade in a few minutes.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog.

Segui assieme ad altri 3.593 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: