C’era proprio bisogno dei video da 15 secondi?


Un pò di domande e riflessioni a caldo per brand e agenzie adv.

videofoninoPartiamo dalla conclusione così sono sicuro che la leggerete. Vi ricordate dei “videofonini” con cui all’improvviso è apparsa la Tre sul mercato della telefonia italiana? Vi ricordate come la video-conferenza avrebbe risolto i problemi delle distanze nel lavoro e nelle relazioni di tutti i giorni?

Non è il mio un processo ai video ne tantomeno farò il talebano della fotografia, sto semplicemente cercando di capire come mai all’improvviso le grandi mosche bianche che decidono il bello e il cattivo tempo di standard e tendenze del web si siano accaniti sulle app che producono mini/micro video da 6, 15 e 16 secondi.

Voglio pensar subito male: è l’anticamera di una nuova generazione di spot pubblicitari, come negli anni ’80 arrivò la tv commerciale presto arriverà un nuovissimo web commerciale, e risolveremo sicuramente il problema della pubblicità massiva nel solito modo della tv ovvero pagando un abbonamento come facciamo con Sky o Premium.

Occupandomi di consulenza in comunicazione e marketing non posso e non voglio demonizzare “lo spot“, sia chiaro da subito e per sempre, spesso ho consigliato e partecipato alla produzione di video promozionali e lo farò sempre quando sarà necessario, ho anche presuntuosamente la certezza che presto dovrò ingegnarmi nel pensare e creare i primi video promozionali per Instagram, direi anche che non vedo l’ora però c’è qualcosa che non mi torna, stavolta ho dei dubbi.

Torniamo al principio adesso, torniamo al titolo del post e diamoci una risposta da fruitori di dispositivi mobili e non da professionisti, una risposta semplice e realistica. La mia come utente è secca, tremenda e molto semplice: anche no.

Una riflessione spontanea che rivolgo ai mie colleghi, alle agenzie e ai brand: stiamo attenti, non è detto che i vostri video da 15/16 secondi siano visti e apprezzati dall’utenza mobile, non è detto che lo spot che già vediamo in tv vogliamo poi rivedercelo sul dispositivo anche se è in versione “small”.

L’utenza mobile spesso, almeno quella italiana, combatte principalmente con due “nemici”: il segnale della rete, che non è mai abbastanza (digital divide), e la batteria, che non arriva quasi mai a metà giornata, già questi due elementi bastano come scusa per “saltare” la visione del video. Quindi la visione del video su device, per quanto brevi ed imparagonabili a quelli di Youtube o Vimeo, diventerà uno standard dell’utenza mobile?

Abbiamo la certezza che questi “video” ad hoc per smartphone e tablet poi saranno visti tanto quanto le immagini in continua produzione e porteranno risultati pari agli investimenti fatti nella produzione degli stessi?

Spero solo di non perder troppo tempo a vedere tutti questi video.

mixbit vine instagram

Webmaster, social media manager, Drupal web developer, consulente informatico, appassionato di HTML5, CSS3, Instagram, Foursquare e realtà aumentata. Sono online h24.

Tagged with: , ,
Pubblicato su Antonio Ficai, Instagram, social & web
3 comments on “C’era proprio bisogno dei video da 15 secondi?
  1. […] Un pò di domande e riflessioni a caldo per brand e agenzie adv. Partiamo dalla conclusione così sono sicuro che la leggerete. Vi ricordate dei "videofonini" con cui all'improvviso è apparsa la Tre …  […]

    Mi piace

  2. valigiadicaffe scrive:

    Ho letto l’inizio della discussione sul Linkedin e non ho potuto fare a meno di proseguire la lettura qui. Non contestualizzo le premesse e le ipotesi poste, anzi, credo fortemente che dai video di 15 minuti si passerà presto alle foto in movimento di Harry Potter. I film mettono su pellicola le idee dell’uomo, con la fantasia, come per testarli al pubblico, come promozione di un prodotto futuro che verrà presto lanciato sul mercato reale.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Follow Antonio Ficai // @c4antonio on WordPress.com
Instagram

There was an error retrieving images from Instagram. An attempt will be remade in a few minutes.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog.

Segui assieme ad altri 3.593 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: